12 March 2013

Anime con poco in comune fra loro affollano il Brutti ma Buoni di Glasgow. Le labbra della studentessa con i capelli color ruggine sfiorano quelle della giovane scandinava dalla pelle candida. L’affermato architetto che lavora in zona siede al bancone del bar, quasi in disparte. Ordina una pinta mentre finge di leggere l’ultima copia dell’Herald. Non lontano, due giovani al tavolo parlano fra loro, disinteressandosi dei cocktail che il barista in canottiera ha appena servito loro. Si tengono per mano, i loro visi vicini. Troppo vicini per non attirare lo sguardo interessato del 35enne dalle sopracciglia disegnate con precisione. In piedi, fra quel tavolo ed il bancone del bar, finge di seguire le parole dell’amico al suo fianco. Senza pero’ impegnarsi troppo, considerando l’evidente desiderio di aggregarsi a quei due.

Ragazzi dai pantaloni quasi elasticizzati sorseggiano un drink color senape.
Mentre rumorose 45enni dal petto generoso e dalla coscia scoperta ridono a squarciagola fra loro.

Poco distante tre soggetti dalla pelle poco anglosassone. Sorseggiano con parsimonia una pinta di Tennet's. Forse il drink piu' economico, forse quello meno avventuroso. Schierati, poggiano il loro gomito destro sul bancone, alla Giuliano Gemma in "Il ritorno di Ringo". Rigorosamente griffati, forse pagati da Abercrombie & Fitch per ostentare quel logo.

Ne’ parlano. Ne’ sorridono.

Sguardo fisso nella medesima direzione: le bianche cosce delle 45enni.

Senza pieta’. Con un solo obiettivo: guardare.

Ohibo’! Anche questo e' il Made in Italy.




7 comments:

  1. che vergogna...

    ReplyDelete
  2. Ciao! Sono capitata per caso nel tuo blog e mi permetto un commento (sono pur sempre una tua cliente! ;). Il marrone/verde dello sfondo e' terribile visto che sembra tutto in bianco e nero. Devo pero' ammettere che scrivi con uno stile tutto tuo (tanta punteggiatura, frasi cortissime) che un po' mi piace.
    Ciao ciao!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Fingo di non aver letto l'apprezzamento sui colori utilizzati nel blog. Per il resto lo considero un quasi complimento. Grazie. Mica me lo aspettavo.

      Delete
  3. Bliii ma cos'è sto posto. Che roba brutta. Sarà per questo che qui ho giusto un'amica italiana e due amici di blog. Ora speriamo i tuoi lettori non mi lapidino.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Roba brutta? Popolo di santi, poeti, navigatori. E qualche volta anche ...osservatori.

      Delete
  4. Si ce ne sono tanti di maschi cosi' ma non sono certo solo italiani.

    ReplyDelete
  5. anch'io ho notato, ma a Edi, donne molto procaci e scollate.A dire il vero ho notato anche altro: al mattino ho visto spesso ragazze e ragazzi nei parchi a fare jogging con la sola maglietta e calzoncini, mentre io con amici per via del vento e della pioggerellina (era dicembre 2012)ero imbaccuccato con sciarpa, guanti e berretto.Mi sono detto: così mi si vede lontano un miglio che sono italiano.Ho voluto fare allora lo scozzese: via tutto.Rientrato in hotel non dico di aver avuto la febbre, ma ero ridotto uno straccio.Che fisico sti scozzesi:-)
    Anch'io ho trovato gente molto cordiale,ho ricevuto un sacco di sorrisi e ne ho distribuiti altrettanti.Una giornata di sorrisi e mi sentivo davvero rappacificato con il prossimo.Ah dimenticavo: il sorriso serviva anche a mascherare quando non capivo na'mazza.il che succedeva moltoooooo spesso.
    Un lombardo di pianura

    ReplyDelete

Powered by Blogger.